Politica aziendale 1
Codice di condotta

Obiettivo

Stryker Corporation si assume l'impegno di condurre i propri affari in conformità ai principi etici e alle leggi vigenti. Il presente Codice di condotta stabilisce le politiche e le procedure atte a guidare dipendenti, funzionari e Amministratori nello svolgimento delle proprie funzioni e nell'assunzione delle proprie responsabilità, oltre a garantire l'ottemperanza all'impegno della Società verso una condotta etica e rispettosa delle leggi. 

Ambito

Le presenti politiche e procedure si applicano a tutti i dipendenti e i funzionari (di seguito indicati collettivamente "dipendenti") e gli Amministratori di Stryker e delle relative consociate nazionali ed estere. Divisioni, sussidiarie e unità operative della Società e della sede centrale hanno emesso e continueranno a emettere in futuro politiche e procedure aggiuntive. 

Politiche fondamentali

  1. Ottemperanza alle leggi: La Società condurrà i propri affari in ottemperanza a tutte le leggi, le normative e i regolamenti e in conformità agli elevati principi etici aziendali. 

  2. Ambiente lavorativo: La Società garantirà un ambiente lavorativo sicuro, senza sostanze stupefacenti e privo di qualunque forma di discriminazione e molestia basata su etnia, colore, fede, religione, sesso, età, disabilità, origine nazionale, stirpe, cittadinanza, servizio nelle forze armate, stato civile o di veterano, orientamento sessuale o qualunque altro fattore inammissibile. 

  3. Produzione: La Società si impegna a fabbricare prodotti sicuri ed efficaci. Nello sviluppo e nella produzione di dispositivi medici e di altri prodotti, la Società ha stabilito principi, a cui ottempererà, che soddisfano o superano le disposizioni dei regolamenti emanati dall'agenzia statunitense Food and Drug Administration o le leggi e le normative del paese in cui si svolgono i processi di sviluppo e fabbricazione. Nella produzione, la Società rispetterà tutte le leggi e le normative applicabili, incluse quelle in materia di ambiente e di salute e sicurezza occupazionale. 

  4. Prassi relative alla concorrenza: La Società competerà in tutte le opportunità commerciali in modo energico, leale, etico e lecito. La Società rispetterà tutte le legislazioni antitrust e di altro tipo che disciplinano le attività commerciali di ogni paese in cui svolge le proprie attività, senza discutere di prezzi, costi, piani di produzione, strategie commerciali o altre informazioni private e riservate con la concorrenza. 

  5. Commercializzazione e vendita: La Società rappresenterà i propri prodotti e servizi in modo accurato e nel rispetto di tutti i requisiti normativi e di legge vigenti che ne disciplinano la commercializzazione e la vendita. 

  6. Registrazione e presentazione di informazioni: Secondo il principio in base a cui l'accuratezza delle informazioni è essenziale affinché la Società possa ottemperare ai propri obblighi legali e normativi, tutti i dipendenti e gli Amministratori registreranno e comunicheranno tutte le informazioni in modo accurato e veritiero. Nessun dipendente o Amministratore firmerà né presenterà, o permetterà a terzi di firmare o presentare, per conto della Società alcun documento o dichiarazione di cui riconosce la falsità o che ha ragione di ritenere falsa. 

  7. Pagamenti: La Società e i suoi dipendenti e Amministratori non corrisponderanno pagamenti impropri a funzionari, dipendenti, clienti, persone fisiche o enti giuridici governativi e non; inoltre, la Società e i suoi dipendenti e Amministratori non chiederanno né accetteranno alcun pagamento improprio da parte di fornitori, clienti e chiunque intenda avere rapporti commerciali con la Società stessa. 

  8. Correttezza commerciale ("fair dealing"): Ogni dipendente e Amministratore tratterà con la massima correttezza i clienti, i fornitori, i concorrenti, i revisori indipendenti e gli altri dipendenti della Società e non potrà trarre vantaggi scorretti attraverso manipolazione, occultamento, uso improprio di informazioni privilegiate, dichiarazioni fuorvianti di fatti concreti o altre attività o prassi scorrette. 

  9. Informazioni riservate: Nessun dipendente o Amministratore utilizzerà per interesse personale né rivelerà a terzi informazioni private o riservate ottenute grazie al suo impiego nella Società o al suo rapporto con la stessa. Per informazioni private o riservate si intendono tutte le informazioni non di dominio pubblico che, in caso di divulgazione, possano risultare utili alla concorrenza o nocive alla Società e ai suoi clienti. Nessun dipendente o Amministratore acquisterà, venderà o tratterà in altro modo azioni della Società in base a informazioni non di dominio pubblico. 

  10. Contributi politici: La Società non può corrispondere contributi politici da parte dell'azienda a partiti o a singoli individui, anche quando tali contributi siano legali, ma incoraggia dipendenti e Amministratori a partecipare alle attività della comunità e a esercitare le proprie responsabilità civiche. 
    www.stryker.com CP-001 Codice di condotta rev 5.0 | 2 

  11. Opportunità aziendali: Dipendenti e Amministratori hanno il dovere di favorire i legittimi interessi della Società ogni qualvolta ne sorga l'opportunità. A dipendenti e Amministratori è vietato sfruttare a fini personali opportunità individuate attraverso l'utilizzo di beni e informazioni di proprietà aziendale o attraverso la propria posizione nella Società, e utilizzare beni e informazioni di proprietà aziendale o la propria posizione nella Società per ottenere un guadagno personale o entrare in concorrenza con la Società. 

  12. Conflitti di interessi: Nessun dipendente o Amministratori intraprenderà attività o avrà interessi esterni che possano privare la Società della sua lealtà, interferire con il rendimento soddisfacente del suo operato, ostacolare lo svolgimento obiettivo ed efficace dei suoi compiti per la Società o nuocere o danneggiare la Società. Dipendenti e Amministratori devono immediatamente comunicare per iscritto al presidente o al funzionario responsabile della divisione, della consociata o dell'unità operativa di riferimento, oppure al CEO della Società, eventuali conflitti di interessi effettivi o potenziali in cui possono essere coinvolti, affinché venga presa una decisione in merito. Un conflitto di interessi si verifica quando l'interesse privato di una persona interferisce o dà l'impressione di interferire in qualsiasi modo con gli interessi della Società; un simile conflitto può insorgere anche quando un dipendente, un Amministratore o un suo familiare trae vantaggi personali impropri grazie al ruolo ricoperto presso la Società. Alcuni esempi di conflitti di interessi effettivi o potenziali si hanno quando:
    12.1. Un dipendente o un Amministratore ricopre un ruolo esterno o è coinvolto in un'attività esterna che influisce sul rendimento del suo lavoro per la Società. 
    12.2. Un dipendente o un Amministratore o qualsiasi membro della sua famiglia è dipendente, consulente, titolare o ha altri interessi (salvo investimenti minimi in azioni di una società ad azionariato diffuso) in qualsiasi impresa che sia concorrente, fornitore o rivenditore della Società o sia parte di una joint venture con la Società. 
    12.3. Un dipendente o un Amministratore o qualsiasi membro della sua famiglia acquisisce un interesse in un ente o un'impresa che sa essere considerata dalla Società come possibile candidato di fusione, acquisizione o joint venture. 

  13. Protezione e uso corretto dei beni aziendali. Furti, trascuratezza e sprechi incidono in maniera diretta sulla redditività aziendale. Tutti i dipendenti e gli Amministratori devono adottare misure opportune per proteggere i beni aziendali e garantirne l'uso efficiente per i legittimi fini commerciali. 

 

Conformità

  1. Il Presidente o il funzionario responsabile di ciascuna divisione, sussidiaria o unità operativa ha la responsabilità di garantire che i suoi dipendenti comprendano e rispettino il presente Codice di condotta, nonché di creare un ambiente lavorativo in cui il rispetto di leggi e normative sia richiesto e apprezzato. 

  2. Eventuali deroghe alle politiche e alle procedure stabilite nel presente Codice di condotta possono essere concesse a un funzionario esecutivo o a un Amministratore unicamente dal Consiglio di Amministrazione della Società o dal Comitato Nomine e Corporate Governance del Consiglio stesso e devono essere comunicate tempestivamente agli azionisti. 

  3. Eventuali violazioni a queste politiche e procedure devono essere immediatamente segnalate al Presidente o al funzionario responsabile della divisione, consociata o unità operativa pertinente, oppure al CEO, al Direttore finanziario, al Direttore affari legali e societari o al Chief Compliance Officer della Società. In alternativa, è possibile segnalare eventuali violazioni secondo le modalità descritte nella Politica aziendale sulla Ethics hotline della Società. L'identità della persona o delle persone che effettuano la segnalazione resterà riservata, salvo nelle circostanze specifiche in cui sussista la necessità di rivelarla. Le segnalazioni possono essere anonime. Il Presidente o il funzionario responsabile della divisione, consociata o unità operativa, il Direttore finanziario, il Direttore affari legali e societari e il Chief Compliance Officer comunicheranno al CEO tutte le segnalazioni ricevute. 

  4.  Funzionari, Amministratori, dirigenti responsabili di ciascuna divisione, consociata o unità operativa e tutti gli altri dipendenti competenti sono periodicamente tenuti a confermare per iscritto di comprendere e rispettare le presenti politiche e di non essere a conoscenza di alcuna violazione delle stesse o di avere debitamente segnalato tutte le violazioni. 

  5. La Società indagherà in modo tempestivo su tutte le presunte violazioni delle presenti politiche. La violazione di una politica, la ritorsione verso chiunque abbia segnalato una violazione, o la mancata ottemperanza in qualsiasi altro modo alle presenti politiche non saranno tollerate e comporteranno provvedimenti disciplinari, ivi compreso il licenziamento, se opportuno. 

  6. Tutte le domande relative al presente Codice di condotta devono essere indirizzate al Presidente o al funzionario incaricato della divisione, consociata o unità operativa pertinente, oppure al CEO, al Direttore finanziario, al Direttore affari legali e societari o al Chief Compliance Officer di Stryker Corporation.